venerdì 25 agosto 2017

L'estate in cui...

Quest'estate è stata davvero particolare e sicuramente indimenticabile. Vacanze in cui noi 3 siamo stati uniti più che mai, finalmente quasi una squadra, e in cui Fabio ha iniziato a farci intravedere il bambino che sarà. Da giugno ha fatto dei grandissimi cambiamenti! Finalmente ha rotto il suo mutismo pressochè assoluto e ha iniziato a dire diverse parole ma soprattutto, nel giro di poche settimane, il suo atteggiamento è cambiato. È come se avesse fatto un salto nell'interazione con noi e con gli altri. Da timidissimo è diventato molto estroverso (a volte pure troppo 😂) e molto desideroso di nuove avventure e nuove amicizie, se così possiamo chiamarle per un bambino di 2 anni. Fa lo spiritoso, quando gioca inventa storie narrandole nella sua strana lingua, gli piace accudire i suoi peluche, dargli la pappa e fargli fare la nanna. Lo stesso vorrebbe fare con Fiocco ma lui, da buon gatto, non si concede molto. 


È come un fiume in piena, ti travolge con la sua risata e la sua iperattività. Un terremoto!! Credo che da quando è nato non sia mai stato fermo per più di 2 minuti e solo sotto effetto di cartoni animati narcotizzanti! Anche da neonato muoveva sempre sempre sempre le gambe.
Finalmente solo ora riesco a farlo stare un po' con me nel lettone al mattino senza che faccia cavallo pazzo. Fino a un mese fa sembrava ci fossero i carboni ardenti nel letto per quanto scalciava e si opponeva a qualsiasi tentativo di farlo sdraiare e addormentare tra noi (tipo la domenica mattina alle 7😣).


Ci sono ancora tante cose su cui lavorare, tanti capricci, la nuova fase in cui è tutto suo -pure l'aereo che vola o la luna in cielo - ma interagire molto di più è una vera svolta e alla stanchezza fisica e all'esaurimento mentale finalmente si aggiunge una nuova ondata di entusiasmo ed eccitazione.

Mi emoziono se mi fermo a osservarlo e non posso credere che questo splendido bambino cocciuto e curioso sia nato da me, da noi. Ci ha travolti con la sua impetuosità dal primo giorno, non ci ha reso la vita facile con le sue continue opposizioni a tutto da quando aveva meno di un anno (altro che terrible two) ma ora si inizia almeno a capire, quasi sempre, cosa vuole.


Tante mamme un po' si rattristano di fronte alla crescita dei figli, di fronte alla carrozzina archiviata, allo svezzamento, all'iscrizione al nido etc. Pensano che crescano troppo velocemente e vorrebbero già un altro bambino per rifare le stesse esperienze. Sinceramente non ho mai provato questo sentimento. Sarà che quando è nato, prematuro, l'imperativo per lui era crescere crescere crescere (ed è qualcosa che mi ha segnata per sempre) ma per me la crescita, i suoi nuovi traguardi e le sue piccole indipendenze portano solo entusiasmo, nessuna nostalgia. Sono contenta di essere uscita da una certa fase (probabilmente la più pesante) e non tornerei mai al periodo delle notti insonni, delle coliche, del reflusso, della paura, della sua fragilità. Nella mia testa l'angoscia per quel neonato minuscolo dalle coscette rinsecchite e con la pelle cascante perchè magro magro è sempre presente lì in un angolino e ogni suo piccolo segno di crescita, di "forza" e di indipendenza, nella mia testa, allontana quel terribile senso di pericolo e impotenza. Lo so che sembra strano ma sapete che la psiche di una donna, e per di più mamma, è complicata. Per cui non ho mai detto che cresce troppo in fretta nè di voler tornare indietro per rivivere certi momenti. Non ho nessuna nostalgia, provo solo entusiasmo per tutto quello che vivremo insieme in futuro. Vivo ogni traguardo, ogni piccolo progresso con la massima intensità perchè so che sarà irripetibile. E va bene così. Ogni età ha la sua magia!



Per cui dico "cresci piccolino e diventa una splendida personcina! Mamma e papà ti saranno sempre accanto in questo percorso meraviglioso quanto impervio chiamato vita! "
Magari tra qualche anno, tipo quando avrà 13 anni e mi manderà a quel paese, rimpiangerò anche pannolini e pappe lanciate sul pavimento, ma ora mi sento completamente travolta da questo fiume in piena e mi lascio trascinare a tutta forza verso il futuro e verso tutto quello che vivremo insieme.

 

Nessun commento: