venerdì 20 febbraio 2015

Calzone alla carbonara con zucchine e prosciutto

Come sapete, mi piace molto cucinare ma in particolare mi piace preparare pane, focacce, pagnotte. Lievitati insomma. Per la prima volta ho voluto cimentarmi con i calzoni. La preparazione non è stata difficile ma come tutti i lievitati richiede parecchio tempo. La soddisfazione però c'è stata! Il calzone era buonissimo e bello sostanzioso! Eccovi la ricetta!


PER LA PASTA (4 calzoni)
  • 500 gr farina zero 
  • una bustina di lievito di birra mastro fornaio
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 300 ml d'acqua tiepida
  • olio extravergine d'oliva

PER IL RIPIENO
  • 700 gr di zucchine
  • 200g di prosciutto cotto a dadini
  • 2 uova
  • 60gr grana grattuggiato
  • 300gr di mozzarella
  • olio extravergine d'oliva
  • sale 
  • pepe


Versiamo la farina a fontana su una spianatoia, mettiamo al centro lo zucchero, il lievito, 1 cucchiaino di sale, 2 cucchiai di olio d'oliva, 300 ml d'acqua tiepeda e impastiamo per qualche minuto. Formiamo una palla, la ungiamo con l'olio, la mettiamo in un recipiente e la copriamo. La lasciamo lievitare per circa un'ora e mezza / 2 ore.

Nel frattempo tagliamo la mozzarella a dadini e la mettiamo a scolare per almeno un'ora. Facciamo dorare le zucchine tagliate a rondelle in due cucchiai d'olio per 5 minuti. Saliamo, pepiamo e trasferiamo in una ciotola. Alle zucchine uniamo due uova sbattute. Ora prendiamo i dadini di prosciutto e li facciamo rosolare nella stessa padella in cui abbiamo rosolato le zucchine. Non è necessario aggiungere altro condimento.

Prendiamo ora il nostro impasto lievitato e lo dividiamo in 4 pagnottelle. Le tiriamo in 4 dischi sottili. Ci distribuiamo su le zucchine, il prosciutto, la mozzarella e 2/3 del grana. Chiudiamo i calzoni e li trasferiamo su una teglia coperta di carta da forno. Concludiamo irrorando con un filo d'olio e spolverando i calzoni con il restante grana.

Inforniamo a 230° per 25 minuti. Buon appetito!


lunedì 16 febbraio 2015

Crostata di ricotta e marmellata di arance

Il mese di febbraio è sempre un mese un po' strano. E' forse il mese più freddo dell'anno e spesso ci regala abbondanti nevicate e venti gelidi ma allo stesso tempo penso che in molte di noi inizi anche a fiorire una grande voglia di primavera, leggerezza, colori, nuova linfa. Credo che questa crostata che vi propongo sia proprio adatta a questo sentire così di passaggio tra le due stagioni. La marmellata di arance ci regala tutto il sapore dell'inverno mentre la freschezza della ricotta ci trasmette un po' della leggerezza della bella stagione. Era la prima volta che facevo questa crostata (pasta frolla compresa) e ho fatto un mix di varie ricette trovate sul web. Ero un po' scettica riguardo alle mie capacità con i dolci ma mi sono ricreduta, è davvero buona, fresca e delicata! Provare per credere!

Ecco gli ingredienti:

PER LA PASTA FROLLA

  • 250gr farina
  • 125gr burro freddo tagliato a cubetti
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 100gr zucchero
  • un pizzico di sale
  • (alcuni aggiungono anche vanillina o scorza di limone. Io non li avevo ma è venuta buona ugualmente)

PER LA FARCITURA

  • 500 gr di ricotta
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 160 grammi di marmellata o più
  • granella di nocciole a sufficienza per coprire la superficie.



Iniziamo occupandoci della pasta frolla. Io ho amalgamato tutti gli ingredienti a mano fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo e compatto. Era la prima volta che facevo la pasta frolla per cui non è stato facile regolarmi. Guardate un po' ad occhio, se l'impasto risulta troppo colloso aggiungete altra farina. Formate una palla, copritela con della carta trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno mezz'ora.

Nel frattempo prepariamo il ripieno mescolando la ricotta con lo zucchero e 60 gr circa di marmellata. (io sono andata ad occhio e ho aggiunto 2/3 cucchiai di marmellata)

Prendiamo il nostro impasto dal frigo e lo mettiamo tra due fogli di carta da forno. Ci passiamo su col mattarello fino ad avere un cerchio. Prendo uno stampo per crostata e metto la base di pasta frolla al suo interno lasciando sotto il foglio di carta da forno. La sistemo nello stampo e la ricopro con circa 100 gr di marmellata. Anche qua vedete voi quanta marmellata volete mettere. Io ho messo uno strato sottile e il sapore è risultato molto delicato. Se volete un gusto di marmellata più forte, mettetene di più.

Ricopro lo strato di marmellata col composto di ricotta e livello bene. Metto in forno ventilato a 180° per circa 40 minuti.
Sfornate, lasciate raffreddare e ricoprite il tutto con della granella di nocciole. Buon appetito! Ottima a colazione o a merenda con un buon tè o una tazza di cappuccino :)


mercoledì 11 febbraio 2015

Diario di gravidanza

E' passato un mese dal mio ultimo post e nel frattempo sono entrata nel 7° mese e in maternità anticipata. Purtroppo i dolori e le contrazioni che sono iniziati nei primi giorni di gennaio non sono mai spariti del tutto e la ginecologa ha preferito mettermi a riposo. Non devo passare le giornate a letto per fortuna ma neanche strapazzarmi troppo. Un giorno sì e uno no i dolori ritornano e ho imparato a non pretendere troppo da me stessa in questo periodo. Certo, è un po' una noia stare a casa così e mi manca molto il lavoro ma cerco di pensare che è per il bene di Fabio e lui ora è la cosa più importante. Le giornate passano in modo abbastanza monotono ma nel weekend se sto bene ne approfittiamo per dedicarci agli acquisti per il piccolino. Per quanto riguarda il corredino, confesso che un po' per scaramanzia, un po' perchè non so da che parte iniziare, non ho ancora preso praticamente niente! Ora che sono nell'ultimo trimestre forse però è il caso di iniziare a darsi una mossa, almeno per le cose essenziali!

La nonna ha dato il "LA" agli acquisti con cappellino e calzettine della Chicco (in realtà avrebbe svaligiato il negozio) mentre io per ora ho fatto acquisti solo per la cameretta, come questo bel elefantino con specchietto a cuore di Maisons Du Monde. Ho preso anche qualche altra cosina per decorare ma vi mostrerò tutto quando la cameretta avrà una forma e non sarà il delirio che è adesso. (anche se dubito che verranno fuori delle foto decenti dato che la stanza purtroppo è molto buia :/)


Diciamo anche che questa cameretta sta diventando un po' la mia fissazione! Con tutto il tempo libero che ho passo le ore su Pinterest e cambio idea ogni giorno haha! Forse ora ho trovato una linea di decoro che mi piace e vediamo se dura. Per fortuna c'è il santo Etsy su cui si trovano delle cose deliziose! 

Per quanto riguarda i mobili, in cameretta c'è già una scrivania con pc, il regno di mio marito che fa il programmatore, un armadio bello grande che però usiamo come dispensa dato che non abbiamo la cantina, e abbiamo comprato una libreria bianca Ikea e sempre dell'Ikea il lettino con le sbarre e un piccolo armadio a misura bambino. Volevamo prendere anche il fasciatoio della stessa serie ma per ora è esaurito. Speriamo sia disponibile prima che nasca Fabio! La linea comunque è questa!



Per quanto riguarda il capitolo "puericultura" devo ancora fare una lista delle cose necessarie (anche perchè prima devo chiarirmi le idee io stessa). Grazie ad una promozione davvero conveniente alla Chicco ci siamo tolti il pensiero di Trio, culla e seggiolone. Abbiamo passato quasi un mese a informarci sulle varie opzioni e modelli di passeggini ma alla fine siamo tornati alla Chicco dato che erano le cose che mi piacevano già in partenza, mi sembravano molto pratiche e più economiche rispetto ad altre marche altrettanto famose del settore. Tra qualche mese saprò dirvi come ci troviamo e se abbiamo fatto la scelta giusta!

Il nostro Trio Love Chicco color Sand 
(grazie anche a Giada del blog "Mamma che vita" per la sua utilissima recensione)


La culla Next To Me


E il seggiolone Polly Magic (molto bello perchè lo si può utilizzare da subito come sdraietta e poi farlo diventare un seggiolone quando il bambino è più grande)


Per quanto riguarda i sintomi fisici, a parte i dolori che mi prendono di tanto in tanto, il vero incubo è il dormire la notte. Non riesco a trovare una posizione comoda sul fianco e nonostante due tipi diversi di cuscini da tenere tra le gambe o da abbracciare finisce sempre che mi sveglio alle 4 del mattino con dei dolori allucinanti alle gambe o alle spalle a causa della posizione. Per fortuna non devo andare a lavoro se no non ce l'avrei mai fatta in queste condizioni. Passo la mattina in stati catatonico finchè al pomeriggio non faccio un pisolino. Ogni tanto ritornano le nausee e un po' di reflusso e inizio a sentire il peso della pancia. Se sono seduta sul divano ci vuole una gru per sollevarmi e anche allacciarsi le scarpe sta diventando problematico eheh!
Sul fronte cibo direi che non ho un appetito maggiore rispetto al mio solito ma ho notato che mi sento più attratta dai dolci, cosa piuttosto insolita per un'amante del salato come me. Per ora ho preso poco più di 4 kg ma temo per come andrà questo ultimo trimestre. 

Fabio si fa sentire nella pancia e ora i suoi movimenti si iniziano a vedere anche dall'esterno con bozzi improvvisi e panza che ondeggia haha! Non è un bambino che si muove in continuazione. Ho notato che dipende molto dai giorni. Alcuni giorni si muove in continuazione mentre altri avverto solo qualche leggero movimento. Sabato ho la visita con la ginecologa e pur senza ecografia spero che mi saprà dire se è cambiato di posizione perchè l'ultima volta era messo in trasversale, praticamente in orizzontale!! *__* Non vedo l'ora che arrivi l'ecografia della crescita a metà marzo!

Bene, direi che il mio papiro sulla gravidanza può anche finire qui per ora. Complimenti se siete riusciti a leggere tutto eheh!

Un abbraccio a tutti e alla prossima!!