giovedì 19 giugno 2014

Focaccia con cipolle rosse e olive nere

In questo periodo a scuola abbiamo gli esami di terza media e questa settimana ho alternato giorni di lavoro e giorni a casa per cui mi sono concessa un po' di relax in cucina. Anche questa è una ricetta che non avevo pianificato ma con quella cipolla rossa che piangeva in frigo non sapevo cosa fare e quindi ecco qua una focaccia saporita ma anche delicata. Non avevo mai provato la cipolla in così grande quantità sulla foccaccia e nonostante le remore iniziali ne sono rimasta conquistata! Una bella scoperta! 



Per l’impasto

  • 500 g farina bianca
  • 1 bustina di Lievito di birra Mastro Fornaio PANEANGELI 
  • 10 g zucchero (2 cucchiaini)
  • 1 cucchiaino colmo di sale
  • 8 cucchiai di olio d’oliva
  • 275-300 ml acqua tiepida 


Per farcire:

  • 1 cipolla rossa tagliata a fette sottili
  • 80 g olive nere denocciolate
  • olio d’oliva
  • sale 

Setacciate la farina in una terrina larga e mescolatevi il lievito di birra. Al centro del mucchio fate una buca e versarvi zucchero, sale e olio. Amalgamate il tutto con l’aiuto di una forchetta, aggiungendo un po’ alla volta l’acqua tiepida. Guardate un po' ad occhio quanta acqua vi occorre per ottenere un impasto omogeneo.
Lavorate l’impasto su un piano infarinato per almeno 10 minuti fino al completo assorbimento del liquido. Fate una palla con l’impasto e mettetela nella terrina infarinata, copritela con della pellicola trasparente e mettetela a lievitare in un luogo tiepido, fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (col lievito di birra Mastro Fornaio io ho aspettato un'ora).
Tagliate la cipolla in fettine molto sottili e mettetele in una ciotola con un po' di sale e dell'olio che le copra bene.
Passato il tempo della lievitazione, stendete l’impasto in una teglia rettangolare unta con 2 cucchiai d’olio usando le mani, allargando la palla fino a coprire tutta la superficie della teglia.
Mettete a lievitare l'impasto per un'altra mezzoretta in luogo tiepido. Intanto prendete le fettine di cipolla, sgocciolandole dall'olio in eccesso, e mettetele in una padellina calda. Fatele appassire e stufare aggiungendo un po' d'acqua per circa 10 minuti. In questo modo le cipolle avranno un sapore meno forte e saranno più facili da digerire.
Passata la mezzora di lievitazione prendete la teglia e con la punta delle dita create delle fossette sulla pasta. Spargete sulla focaccia le cipolle (sempre eliminando l'olio in eccesso) e le olive nere. Completate la preparazione spennellando la superficie della focaccia con un un liquido costituito da 3 cucchiai di acqua e 3 di olio. Non ho voluto abbondare molto con l'olio in superficie perchè ce n'era già molto nel composto. Spolverate con sale a piacere (io ne ho messo giusto un pizzico vista la presenza delle olive già saporite).
Cuocere per 20/25 minuti circa nella parte media del forno preriscaldato con cottura statica a temperatura 190°.

Il risultato è stato ottimo, molto superiore alle mie aspettative. La focaccia era sofficissima e saporita ma le cipolle avevano un gusto davvero delicato e non ci sono rimaste per niente pesanti. Sicuramente da rifare! L'abbiamo letteralmente divorata!

5 commenti:

  1. E ci credo che era buonissima!! Al contrario mi è capitato di mangiarla tanto da adorare le cipolle anche per questo! Sulla pizza sono un portento, un connubio speciale! Buon appetito!!!.. e per il resto buon lavoro!baci, Stefy

    RispondiElimina
  2. come ti dicevo già per altre vie, ne mangerei una fetta all'istante! :) è bellissima alla vista e dev'essere anche molto buona. Sei pronta per il lievito madre! :D

    RispondiElimina
  3. a Genova la focaccia con la cipolla ( bianca) è quasi un culto! E non ridere, ma sai qual é la classica colazione genovese? Focaccia con la cipolla e cappuccino! Provare per credere...un abbraccio Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. haha sì l'avevo letto da qualche parte! Non riesco a immaginare la combinazione di sapori messa assieme ma se piace ci sarà un motivo!! Grazie per essere passata, un abbraccio!

      Elimina
  4. Uhhh che bontà Claudia...non ho ancora pranzato ..e me ne mangerei tre fette !!!!!! Grazie per questa ricetta , da vedere è stupenda...e sono certa che lo è anche da gustare !!! Un grande abbraccio cara Claudia

    RispondiElimina