domenica 17 febbraio 2013

Shakti

Purtroppo non ho avuto il tempo di scrivere sul blog ma ultimamente mi sento come se fossi scossa da tante scariche di energia e ispirazione. Sarà che mi sento proiettata verso la primavera, sarà che ho appena finito di leggere un libro interessantissimo ("Donne sciamane"di Morena Luciani"), sarà che seguire anche se solo a distanza l'evento mondiale "One Billion Rising" (http://onebillionrising.org/) mi ha riempito di orgoglio e forza ma mi sento piena di ispirazione e voglia di fare! Purtroppo spesso tutta questa energia interna non è pari alle forze fisiche e mentali che mi ritrovo nei pochi momenti liberi che ho durante la settimana e la cosa si fa frustrante. Ci vorrebbe un mese di vacanza solo per dedicarsi al proprio cammino di ri-scopera come si deve! Vorrei dare libero sfogo alla mia shakti, ossia l'energia divina femminile che muove il cosmo. Shakti è proprio la parola giusta che descrive il fuoco che sento dentro. Secondo la religione induista, la Shakti si manifesta sotto forme diverse e una delle Dee che la incarna è Lakshmi, una dea che amo molto. 

Spesso viene banalmente associata alla ricchezza e alla felicità ma la sua energia va molto oltre e anche la ricchezza e bellezza che rispecchia non sono pure qualità materiali ma abbracciano anche l'area spirituale. E' una dea il cui culto si celebra spesso con cerimonie e offerte casalinghe, la dea è infatti molto cara alle madri di famiglia dato è la dea protettrice del focolare domestico, della famiglia, della  prosperità. E' una dea che ama molto la bellezza e viene sempre rappresentata adorna di bellissimi gioielli. Penso sia bello che questa dea sia protettrice delle nostre case ma che ci ricordi anche che oltre a essere fidanzate, mogli o madri che si occupano amorevolmente dei cari, pulendo la casa (lei ama molto le case ordinate e pulite) e cucinando per loro, siamo anche delle piccole dee, delle vere perle che meritano di amarsi e sentirsi belle, curando il nostro aspetto e adornandoci come delle principesse.



C'è un libro molto bello che si chiama "La Dea Interiore" di Kris Waldherr che propone delle bellissime presentazioni di diverse dee di paesi diversi accompagnate da piccoli riti da fare con esse per celebrare le diverse tappe della nostra vita...dalle nascite alla morte, dal bisogno di guarigione  a quello di sfogare la propria rabbia, dalla fase più creativa a quella di dolore. E' un libro davvero prezioso :) Vi riporto ciò che l'autrice propone per la dolce Dea Lakshmi.:

Manifestare la prosperità può essere un atto creativo come una qualsivoglia espressione artistica: Lakshmi, Dea dell'abbondanza e della fortuna, ci indica in che misura il benessere possa essere indotto dall'ispirazione divina.
Per onorare i poteri di Lakshmi forieri di prosperità, ripercorriamo gli aspetti essenziali della cerimonia del diwali, che si svolge in novembre nella notte del novilunio. Le dimore vengono letteralmente tirate a lucido. Minuscole lanterne di argilla disposte lungo i tetti, le porte e i davanzali delle finestre vengono accese per catturare lo sguardo attento della dea Lakshmi. Poiché Lakshmi ama gli oggetti sfavillanti, è lecito credere che più l'abitazione sarà scintillante, maggiori saranno le probabilità che essa vi acceda con i suoi buoni auspici.
Per esortare Lakshmi a visitare la vostra casa, vi invitiamo ad acquistate una candela verde: il verde simboleggia fertilità e benessere. 
Incidete il vostro nome sulla candela e riponetela in un luogo dove sia al riparo da interferenze. Scegliete un profunmo a base floreale e cospargetene la candela con una piccola quantità - è risaputo che la dea ama i profumi - ma non utilizzatela finché non si è completamente asciugata.
Intorno alla candela, create una sorta di piccolo tempio con oggetti scintillanti, onde incantare Lakshmi. Perle di vetro, monete d'oro, ma anche monetine di rame attireranno al sua attenzione. Pulite e rassettate la vostra casa, in modo da renderla degna della sua visita.
Aspettate il novilunio prima di accendere la candela a Lakshmi. Nel bruciarla, cercate di non formulare dei preconcetti sull'aspetto che la dea farà assumere alla vostra prosperità. Vi basti sapere che essa giungerà dal luogo più adatto e avrà le sembianze di ciò che vi occorre. 
Fate bruciare un frammento di candela ogni notte, fino al pleniluno. A quel punto la vostra candela dovrebbe essersi consumata e Lakshmi vi avrà rivolto un sorriso benevolo.


5 commenti:

  1. Carissima!!!Davvero sincronico il tuo intervento:ogg pm ho provato a lasciarti un commento ma internet non mi rispondeva!!!Ora va e sono felicissima che tu stia meglio!!!Ti capisco molto bene quando dici che il tempo non basta mai!!!E' anche il mio "tormento"!!!Vorrei fare così tante cose,che anche andare a scuola(che pure è la mia passione!)a volte mi pesa...Nell'ultimo periodo apprezzo molto i giorni di vacanza!!!Hai visto i miei intrugli?Che soddisfazioni streghesche!!!Sento un grandissimo richiamo verso tutto ciò che è riruale e riscopro la mia propensione per il mondo magico delle erbe e i loro usi...
    Grazie d'aver condiviso questo brano:parla proprio di rituali e candele:magnifico!!!
    Buona settimana e tanta energia!!!
    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  2. E' di grande ispirazione quetso rituale...grazie per la tua condivisione!tra l'altro in questo periodo ho iniziato un corso di Shakti dance, a metà fra la danza rituale e la meditazione, molto liberatorio!
    un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Interessantissimo rituale. Così come sono splendide, potenti e affascinanti le dee della tradizione induista.

    Un abbraccio mia cara :*

    RispondiElimina
  4. Leggo in ritardissimo il tuo post… che buon suggerimento! Il libro sará nella mia prossima lista degli acquisti. Grazie della condivisione!

    RispondiElimina
  5. Laskshmi...ho la stessa immagine in casa :)mi sa che abbiamo un pò di cose in comune,un caro saluto.
    Chandana

    RispondiElimina