domenica 27 gennaio 2013

Incidenti e torte di pollo

Purtroppo lunedì scorso ho avuto un incidente in macchina e ancora non mi sono ripresa, soprattutto emotivamente. La macchina è andata distrutta ma io ne sono miracolosamente uscita quasi illesa. Lo spavento e l'angoscia non mi hanno ancora abbandonato e a volte se ci ripenso mi sembra di vivere ancora quell'incubo. Sono a casa da lavoro per infortunio e da una parte non vedo l'ora di tornare a lavoro per potermi rifugiare nella solita routine. In questi giorni, seppur presa dalle mille scartoffie burocratiche per l'assicurazione e la macchina, sto cercando di pensarci il meno possibile e concentrarmi sulle piccole cose che mi fanno stare bene. Non è facile ma ci sto provando. Di giorno è più facile distrarsi mentre la notte l'ansia prevale.

E proprio una delle cose che mi fa stare bene è cucinare. Nonostante il braccio che faceva male ho deciso di non far andare a male gli ingredienti che avevo in frigo e che avevo comprato apposta per questa ricetta e di provare a distrarmi un po' cucinando qualcosa di buono. Vi assicuro che è stato davvero terapeutico e assaggiare l'ottimo risultato finale ancora di più! Come vi avevo promesso vi lascio la ricetta di Jamie Oliver della torta di pollo. Io ho apportato alcune piccolissime modifiche sia per questioni di gusto che di calorie. Ve la consiglio caldamente, era ancora più buona di quella che ho mangiato in un tipico pub in Scozia!

Ingredienti:

· circa ½ kg di petti di pollo
· Olio extravergine di oliva e/o burro (io ho usato solo l'olio).
· 2 confezioni di pasta brisée (Jamie utilizza la pasta sfoglia e solo un foglio per coprire il pollo nella teglia. Io preferisco la croccantezza della brisée e vi assicuro che è perfetta!)
· Sale
· 1 mazzetto di cipollotti
· Noce moscata
· Qualche rametto di timo fresco
· 150 gr di funghi (io ho usato degli champignon)
· 1 cucchiaio di yogurt bianco light (Jamie utilizza la panna acida)
· 1 cucchiaio colmo di farina
· 2 cucchiaini di senape
· 300 ml di brodo di pollo
· 1 uovo per spennellare (io non l'ho messo e si è dorata comunque)

Tagliate i petti di pollo in striscioline di 1 cm. Versate l'olio d'oliva in un tegame già caldo e fate rosolare i petti di pollo per circa 3 minuti. Tagliate i cipollotti e i funghi a fettine e uniteli al pollo insieme ad un bel cucchiaio di farina. Date una bella mescolata. Aggiungete i 2 cucchiaini di senape, il cucchiaino di yogurt bianco e il brodo di pollo. Mescolate bene. Aggiungete le foglioline di timo e, se volete, una grattata di noce moscata (io non l'ho messa). Condite con una bella presa di sale e pepe e lasciate sobbollire.


In una teglia (rotonda o rettangolare) mettere il primo foglio di pasta brisée (con sotto della carta da forno oppure se preferite oliate la teglia). Togliete il tegame dal fuoco e versate il ripieno nella teglia. Coprite con l'altro strato di pasta brisée e cercate di chiudere bene il tutto magari arricciando la pasta sui bordi. Praticate dei taglietti sulla pasta brisée e mettete in forno a 220 gradi per circa 15 minuti ma tenete sempre d'occhio la cottura perchè varia da forno a forno.


 Io col forno a gas ci ho messo quasi 45 minuti e ho finito con 1 minuto di grill per far dorare la pasta. Il risultato è stato delizioso e davvero saporito! Ottimo per un pic-nic o semplicemente per una cena un po' rustica e sfiziosa!


La ricetta originale di Jamie Oliver la trovate nel suo libro "I miei menu da 30 minuti".

6 commenti:

  1. =( mi dispiace molto per l'incidente, so che è difficile distrarsi in questi casi e ritrovare la calma interiore. Se il posto in cui vivi e le tue condizioni fisiche te lo consentono, ti consiglio una bella passeggiata in mezzo alla natura, possibilmente quella selvaggia. La quiete e i misteri di un bosco guariscono sempre la mia anima quando mi sento inquieta, triste o angosciata, anche se i miei stati d'animo non sono niente in confronto a quello che stai passando tu. Un consiglio però volevo lasciartelo, guarisci presto mi raccomando, e pensa positivo: non c'è cura migliore!
    Ti mando un forte, caloroso e tenero abbraccio, nella speranza che possa rassicurarti un po'.
    A presto,
    Mirial

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo... complimentissimi per la ricetta, sembra magicamente squisita ^^

      Elimina
  2. Ti auguro di riprenderti al più presto....ti capisco, questo non è un buon periodo neanche per me....un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  3. Mi dispiace moltissimo per l'incidente, e capisco che sei ancora scossa, ma, sarà una banalità, sono contenta che stai bene e non hai avuto danni fisici. Spero che ti riprenderai presto :***

    Sembra buonissima quella tua ricetta, e lasciamelo dire, da quanto traspare dalla foto ti è venuta benissimo *.*
    Dove si trova quel libro??

    Un abbraccione grande grande
    Niv

    RispondiElimina
  4. Meno male che stai bene... è la cosa più importante...
    Lo spavento ci mette molto di più a passare :) Ma queste piccole cose sono davvero splendide terapie che fanno tornare il buonumore :-*
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  5. Ciao cara!!!Prendi il Rescue Remedy dei fiori di Bach!!!Ti aiuterà a superare il trauma (fisico, ma soprattutto psicologico!!!)Lo conosci? ne esiste anche una versione in pomata da spalmare sulle parti doloranti e traumatizzate!!!
    Ti sono vicina, cara!Ti abbraccio (piano... :P)
    Serenità e benedizioni
    Silvia

    RispondiElimina