venerdì 20 aprile 2012

Piove, piove...

Oggi sono a casa da lavoro perchè ho aderito allo sciopero generale. E' stato bello svegliarsi alle 10 col rumore della pioggia che batteva contro il vetro del balcone! Stranamente anche il mio gatto è stato tranquillo e sonnecchiante sul mio letto finchè non mi sono svegliata! Quando ho aperto le imposte del balcone lui si è fiondato subito fuori ed era felice come una pasqua di stare fuori con la pioggia scrosciante! Continuava a fare versi squillanti e a strusciarsi dappertutto!! Questo gatto ama proprio l'acqua!

Oggi mi sento serena e tranquilla ed è dovuto un po' anche alla serenità interiore che sto riacquistando ultimamente. Ho riniziato a coccolarmi un po' con delle belle letture, un nuovo mazzo di tarocchi che deve arrivare, un nuovo taglio di capelli, qualche trucco nuovo e un diario che sto riempiendo pian piano di preghiere e citazioni di grande ispirazione. Ringrazio soprattutto Selva della Luna che con la sua splendida pagina su facebook e il suo meraviglioso blog mi fornisce ogni giorno nuovo materiale <3

Come potete notare ho modificato la scritta sull'immagine in alto e sono ritornata al titolo iniziale di questo blog, ossia "Cottage Witchery". Ci tengo a dare un'impronta di magia casalinga anche nel titolo :P Diciamo che sto rifacendo pace con vecchie passioni che avevo per un po' abbandonato e sto vivendo il tutto con tranquillità e dandomi il tempo necessario per riassestarmi!

Ora è spuntato un timido raggio di sole. E' da giorni che piove a fasi alterne e sinceramente sono un po' stufa dell'aria freddina e umida. Ho voglia di primavera autentica, di fiori, sole e profumi!! In attesa che arrivi ne approfitto per bere ancora qualche cappuccino caldo e farmi cullare dalla pioggia. So che il sole presto tornerà!


venerdì 6 aprile 2012

Il fuoco creativo

A volte le parole giuste ci "capitano" sotto gli occhi proprio quando ne abbiamo bisogno. Ieri sera, dopo un po' di tempo che non lo facevo, ho preso in mano "Donne che corrono coi lupi" di Clarissa Pinkola Estés e l'ho aperto dove lo avevo lasciato un paio di mesi prima. Le parole che ho trovato appena ho iniziato a leggere sono state come miele per l'anima. Era proprio ciò di cui aveva bisogno il mio cuore. Ultimamente il mio fuoco creativo sta lottando per divampare nuovamente, solleticato da piccole scintille che continuo ad alimentare col mio soffio vitale, nel buio della notte, illuminata solo da Madre Luna. Le fiamme si alzano e danzano nel vento primaverile ma talvolta non sanno dove incanalarsi per fiorire al meglio, come piccoli grandi tulipani che aspettano solo di sbocciare. A volte mi faccio prendere dalla frenesia e vorrei avere le risposte subito, odio i periodi di stasi, di incertezza, di letargo e leggere le parole che ora vi riporto mi ha fatto capire che ogni cosa ha il suo tempo, anche l'attesa ha la sua importanza. E' come una gestazione necessaria di cui purtroppo spesso non riconosciamo l'essenzialità. Siamo abituati ad una società che ha reso il silenzio e l'attesa simboli di debolezza, di perdita di tempo...dobbiamo riabituarci ad essi, capirne la loro importanza per ritrovare la nostra pace interiore, quell'equilibrio che purtroppo la vita di tutti i giorni tende a spezzare.


E' sbagliato, quando si perde il fuoco, affannarsi per rimetterlo insieme. Sedere e dondolarsi è la cosa da fare. Conservare l'idea e la pazienza di cullarla.
La piccola luce rappresenta l'idea stessa, che si affatica e quasi si estingue. Ritroviamo qui La Que sabè, la donna di due milioni di anni, stare accanto al suo fuoco permette di riprendersi. La donna la cui idea o le cui energie sono svanite deve conoscere la strada per andare dalla vecchia curandera. Deve riposare, dondolarsi, ritrovare il suo fuoco. Deve ringiovanire, recuperare l'energia.
Il portare a termine lunghe fatiche, come terminare la scuola, o un'opera, o curare un malato, fa sì che a un certo momento l'energia un tempo giovane invecchi. E' meglio per le donne capirlo all'inizio di uno sforzo, perché la fatica le sorprende. La presunzione della forza eterna al maschile è un errore.
Tagliare i rami secchi aiuta l'albero a crescere più forte.
Se avete perduto il fuoco, la concentrazione, sedete e state quiete. Prendete l'idea e cullatela. Tenetela in parte, e in parte buttatela, si rinnoverà.