martedì 1 maggio 2012

Muffin, un po' di storia e una ricetta

Sono sempre stata un'appassionata di dolci tipicamente inglesi e americani e i muffin sono tra i miei preferiti. Amo tantissimo anche la variante salata e stamattina ho preparato qualcosa di sfizioso!
Innanzitutto devo ringraziare la mia amica Fanny che mi ha regalato un libro splendido, "Muffin. Piccoli, invitanti e irresistibilmente squisiti". E' pieno di ricette appetitose, sia dolci che salate e spiega anche come fare i cookies, i bagel, gli scones e i donut. La ricetta che ho realizzato e che vi riporto sotto con qualche mia piccola modifica l'ho presa da questo libro. Prima però vi voglio fornire qualche cenno sulla storia dei muffin :-)



La scoperta dei muffin in Europa è stata, a dire il vero, una riscoperta. Essi infatti erano dei pasticcini lievitati che gli inglesi usavano accompagnare al loro thè. I Padri Pellegrini nel XVIII secolo li portarono con loro nel Nuovo Mondo. Tuttavia le dure condizioni di vita dei colonizzatori poco si adattavano a thè e pasticcini elaborati. 


Le mogli dei pionieri crearono così dei muffin ad impasto veloce sia nella loro varietà dolce che in quella salata con aggiunta di ingredienti più sostanziosi come farina di granoturco, pancetta e verdure, per spuntini veloci ma consistenti. Con il passare dei secoli tutte le regioni diedero vita a dei muffin speciali, personalizzati con ingredienti locali come lo sciroppo d'acero nel New England, cranberries nella zona dei grandi laghi, pesche in Georgia e peperoncino e farina di granoturco nel Nuovo Messico.

Fino al 1880 i muffin rimasero dei semplici dolci caserecci finchè un panificio di New York non raffinò la ricetta rustica dei coloni e iniziò a vendere i suoi "Thomas Fine English Muffins" a ristoranti e alberghi della città. Il muffin tornò quindi ad essere il dolce preferito dell'alta società per accompagnare il thè.

Ecco la mia ricetta: Muffin salati con wurstel e formaggio 




N.B. In molte ricette di dolci americani è previsto come ingredienti il latticello, pressochè introvabile da noi. Per riprodurre 250 gr di latticello basta mischiare 125 ml di yogurt bianco a 125 ml di latte intero.

INGREDIENTI

4 cucchiai d’olio di semi
250g farina
100g di parmigiano grattuggiato
2 cucchiai di erbe aromatiche (io ho usato rosmarino e pochissimo prezzemolo)
un pizzico di sale e se volete un pizzico di pepe
1 bustina di lievito paneangeli "pizzaiolo"
2 grandi wurstel
1 uovo
250g latticello (oppure 125g yogurt bianco + 125g latte)
2 cucchiai di maionese

PROCEDIMENTO
Scaldare il forno a 180 gradi.
In una ciotola mescolare la farina, il sale e il pepe, il formaggio, le erbe aromatiche e il lievito.

In un'altra ciotola sbattere l'uovo, l'olio, il latticello e la maionese. Uniteli alla farina e mescolate finchè gli ingredienti secchi non saranno umidi.

Versate la metà dell'impasto nello stampo per muffin, mettete al centro di ogni stampino un pezzo di wurstel e coprite con l'impasto rimanente.

Cuocete per 20-25 minuti a 180 gradi sul ripiano centrale del forno. Sfornate e servite i muffin tiepidi guarniti con erbe aromatiche tritate.

7 commenti:

  1. Uhm vien voglia di mangiarli subito, sapevo in parte questa storia, grazie per averla raccontata e grazie per la ricetta :)
    Anya

    RispondiElimina
  2. Sembrano proprio buonissimi, anche se io preferisco il tipo dolce, ma questa è una variante molto particolare, che può essere uno spuntino, una merenda o volendo anche un antipasto. Che fame mi fai venire :P

    :*

    RispondiElimina
  3. Ciao Claudia! C'è un giochino per te sul mio blog ^^
    http://miopaesedellemeraviglie.blogspot.it/2012/05/meme-undici.html

    RispondiElimina
  4. Mmmmm... mannaccia mannaccia! Mi è venuta una fame micidiale leggendo il tuo post!! :P

    RispondiElimina
  5. Ciao tesora! Il tuo blog è very stylish, come te! :)

    RispondiElimina
  6. che buoniii io prendo appunti hih
    bel blog :D
    Alla prossimaa
    Pieces of Me... Nicky

    RispondiElimina