domenica 25 marzo 2012

Se mi guardo dentro

Eccomi qui, dopo un po' che non aggiornavo il blog. Mi ero ripromessa più volte di scrivere qualcosa ma le ultime due settimane sono state piuttosto frenetiche e anche quando avrei avuto il tempo di mettermi al pc, il mio cervello era troppo in stand by per la stanchezza per scrivere qualcosa di decente!

Stasera mi sento un po' pensierosa (ma va?? Quando mai non lo sono!!).  Il cambio dell'ora mi ha un po' sballato e questa giornata sembra volata. E' da qualche settimana che mi sento sempre stanca e assonnata per cui ho iniziato ieri a prendere delle fialette al ginseng e spero che mi diano un po' di carica per affrontare le giornate di lavoro e gli impegni vari. Ultimamente poi mi sento un po' in crisi spirituale. Più che crisi, diciamo in confusione! Fino a qualche mese fa ero bella serena nel mio cammino pagano matrifocale ma alcune letture capitate apparentemente per caso mi hanno portato su strade nuove, mi hanno fatto capire che mi ero data tanti limiti e tante etichette che pian piano mi sono sembrate sempre più limitanti, come delle gabbie dorate che mi ero costruita da sola, volontariamente ignorando altre strade che rifiutavo a priori, senza conoscere. Il succo del mio vivere il divino rimane sempre lo stesso ma ora vedo tutto molto più "in grande" e come si suol dire a questo punto "non so più a che santo votarmi" XD A volte mi sembra tutto così complicato, è come se avessi tanto rumore dentro, tanta inquietudine, non so più chi voglio essere, so solo quali sono i miei principi più solidi. Vorrei avere certezze, una mano da lassù che mi afferri forte e mi mostri il cammino giusto per crescere, maturare, migliorare, diventare più saggia e utile agli altri ma mi rendo conto io stessa che forse è proprio tutto questo penare che ci rende tali!

E in tutto questo tumulto interiore, sento gli uccellini che cantano, vedo i fiori che sbocciano, gli alberi che ondeggiano nel vento, osservo tutta la magia e la bellezza che soprattutto in questa stagione ci avvolgono, ci entrano dentro e seminano nel nostro cuore tanti nuovi semini pronti a sbocciare in qualcosa di meraviglioso e unico. Proprio ieri sono stata in un vivaio dove ho comprato alcuni splendidi fiori per il mio terrazzino. Li osservo e mi dico che vorrei che fosse tutto così semplice, che vorrei anche io solo sbocciare e sentirmi accarezzata dal vento, in pace col mondo. Ultimamente non riesco più a guardarmi dentro come una volta, è come se tutto fosse un po' offuscato da paure e dal correre dietro alla routine quotidiana. Forse dovrei iniziare un nuovo diario, un quaderno di ispirazioni o qualcosa del genere. Dovrei tornare a creare, in ogni senso. Mi sento spenta.

Mi spiace per questo post un po' intimistico ma stasera mi sento così. La primavera mi fa sempre questo strano effetto tra l'euforico e il malinconico.

Vi lascio con delle parole molto belle tratte da un libro che dovrò rileggere al più presto (è proprio una di quelle letture di cui parlavo sopra) e le foto dei miei fiorellini nuovi :)




Nuestra Madre,
Porta del Cielo,
Stella dell'Oceano,
Tu che hai i monti per Trono,
ti invoco: conducimi al cospetto
della tua Stella del Deserto,
e intercedi per me
e per quanti sono nel bisogno.
Benedici e insegnaci a essere dolci
Benedici e insegnaci a essere forti
Dolcemente forti.
Energicamente dolci.
Nostra amata Donna vestita di Sole
Nostra via Madre da percorrere,
Nostra via Madre che ci porta ...
aiutaci guidandoci,
aiutaci mostrandoci i tuoi inimitabili segni
così che possiamo facilmente decifrarli
e pienamente intenderli.
Grazie Madre Grande

C.P. Estés "Forte è la Donna" 

6 commenti:

  1. Hai ragione, siamo sempre troppo celebrali. Io credo che prima ancora di essere Dea o Dio, è semplicemente Energia Divina Universale che crea e genera tutto ed è Energia Vitale, Fonte del grande mare della creazione. Forse più che darsi etichette o voler dare ad Essa delle etichette dovremmo limitaarci solamente a viverla, seguendo il cuore ;), e limitarsi a guardare alle cose del mondo senza cercare di interpretarle, ma lasciare che siano ciò che sono così come le sentiamo anche se non sappiamo spiegare razionalmente ciò che sentiamo.
    Bellissimi i fiori!! *.*
    Ma soprattutto splendido il brano della Estès.

    Un bacione :*

    RispondiElimina
  2. Che splendidi fiori... che vasetti bellissimi :-***
    Belle anche le tue parole... :)

    RispondiElimina
  3. Non ti preoccupare...io mi sento perennemente confusa riguardo il mio sentire dello spirito e come me tante persone. Più leggo, più ascolto più penso che la verità dello spirito non è assoluto E' il modo in cui crediamo ad essere unico,perchè è nostro, anche ciò che crediamo dipende da quanto siamo disposti a imparare e ad accettare...non so se la cosa ti può essere di aiuto, ma chi non ha mai dubbi non può crescere, migliorare...Parlando semplicemente della Madre spesso hanno cercato di farla sparire dal mondo ma Lei torna sempre, ed è sempre Lei qualsiasi sia la faccia che ti mostra! Il fermento della natura è anche in noi quindi la tua confusione, è solo il sintomo del risveglio della Primavera...anche quella dell'anima che continuamente ci rinnova...scusa sono stata prolissa. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Piacere di conoscerti Claudia...e grazie per esser passata dal mio blog! non sai quanto piacere mi faccia...,e poi... mi hai fatto un bel complimento... :) grazie!!!
    Mi trovo in sintonia con quello che hai scritto in questo post...,sono in una fase simile alla tua per ora...
    In realtà ho preso delle grosse decisioni proprio per cambiare la mia vita...,non sono soddisfatta,non voglio accontentarmi soprattutto perchè ho sudato tanto...,mille sacrifici...ed è proprio questo che mi rende irrequieta e insoddisfatta per non essere arrivata ancora dove vorrei!!
    Sai che questa mattina ho comprato un libro...(consigliata da un'amica)..lei dice che mi servirà molto per ottenere ciò che voglio!...te lo segnalo...si chiama "Il potere di fare accadere le cose",chissà magari servirà anche a te ;)
    Seguirò il tuo blog!
    Alla prossima
    Fede

    RispondiElimina
  5. Hai ragione!!spesso e volentieri con la nostra visione limitata e limitante,tendiamo a dare dei limiti,appunto,a cio' che invece e' infinito e immenso....bacini

    RispondiElimina
  6. E forse sono l'ultima persona al mondo a poter parlare, quante volta mi sono posta le tue stesse domande.. ma per assurdo ogni volta sono tornata da Lei più forte di prima.. Non credo che il Divino abbia un sesso.. non sono mai stata una politeista.. Credo in un'energia che Crea e Distrugge e Ricrea in continuazione.. Credo ad un Dio che è anche Dea ed entrambi hanno mille e mille volti, dipende da cosa in quel momento siamo pronti ad accettare come rivelazione.. La confusione nasce dal nostro voler etichettare.. siamo energia in trasformazione.. fra un minuto ( o anche prima) non sarò la stessa persona che scriveva questo messaggio.. se impariamo a vedere il divino in ogni cosa conosceremo secondo me tutti i volti della Dea/Dio. ti abbraccio meravigliosa anima

    RispondiElimina